Crea sito

Il cavolo verza ripieno

Il cavolo verza ripieno è una specialità tipica dell’Italia centro-settentrionale.
Si tratta di una pietanza che porta già nel nome la sua descrizione.
Infatti la ricetta è naturalmente a base di cavolo verza, il quale dopo essere stato sbollentato, viene allargato e svuotato internamente, per essere farcito con un ripieno di carni miste, uova e pane raffermo.
Quindi viene richiuso, riprendendo la sua forma originaria, legato con dello spago e cotto nel brodo.
Come accennato, la pietanza è conosciuta e apprezzata in varie zone dello Stivale, per cui la farcia può variare in base alle tradizioni locali, arrivando a comprendere anche pesce o riso.
Tuttavia pare che la versione più comune sia a base di carne e abbia un’origine umbra.
Personalmente ho conosciuto il cavolo verza ripieno, leggendone la ricetta in un libro di cucina regionale.
Quando l’ho vista, mi ha talmente incuriosito, che ho deciso di provarla il prima possibile.
Per fortuna era Dicembre, ottimo momento per acquistare la verza, per cui il giorno dopo sono andato al mercato per comprare quanto mi serviva.
Certo la preparazione è stata un po’ lunga, ma per nulla complicata, e quando finalmente ho potuto assaggiare il risultato, non ho potuto fare a meno di esclamare… “Divino!” naturalmente!

Ingredienti per 6-8 persone:
1 cavolo verza di media grandezza
300 g di carne di manzo tritata
300 g di salsiccia di maiale
100 g di pane raffermo
1 uovo
1 tazza di brodo di carne
1 costa di sedano
1 carota media
½ cipolla dorata
½ bicchiere di latte
Olio extravergine d’oliva
Noce moscata
Pepe nero
Sale

Preparazione
Mondate la verza dalle foglie esterne più dure.
Lavatela intera e sbollentatela in acqua salata per circa 8 minuti.
Quindi prelevatela dalla pentola e fatela sgocciolare in un colapasta, attendendo che si raffreddi.
Nel frattempo mettete in ammollo il pane nel latte.
Lavate, mondate e tritate il sedano, la carota e la cipolla.
Quando la verza sarà fredda abbastanza da poterla toccare, allargate delicatamente le foglie, fino ad arrivare al cuore.
Tagliate via quest’ultimo con il torsolo, cercando di mantenere comunque unite le foglie, che avete allargato.
Eliminando la parte più dura, sminuzzate grossolanamente la parte centrale della verza.
Fatela soffriggere in una padella con un filo d’olio e il trito di sedano, carota e cipolla.
Quando le verdure si saranno imbiondite, ponetele in una ciotola.
Aggiungete la carne tritata, la salsiccia privata del budello, il pane strizzato, l’uovo, una spolverata di pepe nero, un pizzico di noce moscata e due pizzichi i sale.
Amalgamate il tutto, fino ad ottenere un composto omogeneo.
A questo punto ponete al centro della verza (dove avete tolto il cuore) un po’ di questo ripieno.
Chiudete su di esso le foglie intorno, quindi disponete altro ripieno sulle foglie più esterne e richiudetele verso il centro.
Continuate così fino ad esaurire la farcia e aver terminato i vari giri di foglie.
Assestate la verza con le mani, in modo da conferirle la forma originaria.
Legatela con uno spago da cucina, in modo che le foglie rimangano ben chiuse.
Nel compiere questa operazione servitevi di diversi pezzi di spago (almeno 4), passateli sotto la verza e chiudeteli con dei nodi in cima.
Ponete la verza così preparata in una casseruola.
Aggiungete il brodo, coprite e fate cuocere a fuoco medio per circa 1 ora.
Se necessario (ma non credo) unite dell’altro brodo, in modo da completare la cottura.

Voilà, il cavolo verza ripieno è pronto! Prima di servirlo, scolatelo, lasciatelo raffreddare ed eliminate lo spago. Quindi dividetelo in spicchi, accompagnandolo se preferite con della polenta calda.

Fatemi sapere se l’avete fatto e che risultato avete ottenuto…vi sfido a dirmi che non è divino!